♥ o.37

- Jo Marra Jim Di Fortin
Quando perdo qualcosa poi la cerco nel mio dimenticatoio personale.
Poco ma sicuro sia finità lì,scappata a gambe levate dal frastuono eterno della mia testa.
Li c'è silenzio e pace, pensieri morti di stenti, amori andati a male, il pettine giallo che ho perso anni fa le mie bambole coi capelli distrutti dalle mie sforbiciate di bambina.
Le canzoni di mia mamma, gli abbracci di mio padre i miei disegni col sole e l'immancabile casa con l'albero e la nuvola dell'elementare, pezzi di me,unghie rotte, capelli rossi, poi biondi le frasi sul diario al primo amore anche il calcio che ho dato sulla porta il primo giorno in prima elementare ci ho trovato, e la poesia che feci alla forchetta.
Difficile invece da trovare le cose che si vogliono perdere quelle chissà dove vanno, verso quali mete viaggiano, in posti segreti che apposta si dimenticano.

♥ o.36

E' sempre così: mi viene un'idea e, se quest'idea ha la capacità di insediarsi in me, poi comincia ad allargarsi a dismisura, si dirama.
Cerca contatti con la realtà, esige concretizzazioni.
Ne perdo il controllo e diventa un'entità a sé stante che si imponecostantemente al mio pensiero, diventando sempre più pressante,sempre più viva.

♥ o.35

C'è chi passa la vita a leggere senza mai riuscire ad andare al di là della lettura,
restano appiccicati alla pagina,
non percepiscono che le parole sono soltanto delle pietre messe di traverso nella>
corrente di una fiume,
sono lì solo per farci arrivare all'altra sponda,
quella che conta è l'altra sponda.

♥ o.34

 
"Essere Felici è l'unica 
cosa importante.
Felicità. 
Semplice come un bicchiere di 
cioccolata o tortuosa
come il cuore.  
Amara. Dolce. Viva".

♥ o.33

"Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni".
Siamo fatti di sensazioni, di emozioni che sentiamo scivolare sulla pelle,
di brividi che lasciamo scorrere giù per la schiena,
di momenti,
di attimi rubati al tempo che fugge.
Siamo fatti di tutte queste cose che “viviamo
a volte anche contemporaneamente ma che,
tuttavia, non siamo in grado di fermare o spiegare.
Che strana la nostra natura!
A pensarci bene in fondo Shakespeare non aveva tutti i torti quando diceva che

♥ o.32

Pasqua è il simbolo del
Rinnovamento,
della Gioia e della Rinascita
in questo giorno per tutti un
pò speciale,
ti auguro di trasformare
i tuoi sogni
in una splendida realtà,
per sorridere ai giorni avvenire
con quella gioia nel cuore che
solole cose autentiche e genuine
sanno donarti.

♥ o.31

Ci sono momenti in cui si deve vivere la propria vita per
capire se stessi.
Perché si cambia, il nostro mondo cambia,
cambiano le cose senza che te ne accorgi,
un mattino è come se ti svegliassi dopo i cento anni della Bella Addormentata.
E ti chiedi cos’è successo a te, nel frattempo:
se tutto è cambiato così, dov’eri tu che non te ne accorgevi.
Chiedi, ma nessuno risponde.
Ci sono momenti in cui si deve vivere la vita attraverso la vita degli altri. 
Altri che soffrono, altri che ti hanno aspettato a lungo,
altri che dopo anni di silenzio finalmente parlano. 
Altri che hanno bisogno di un compagno nell’attesa delle loro attese.
E altri per i quali il tempo che passa nell’aspettare è già un dono. 
Non sai bene se la vita è viaggio,
se è sogno, se è attesa,
se è un piano che si svolge giorno dopo giorno e non te ne accorgi se non guardando all’indietro. 
Non sai se ha senso. In certi momenti il senso non conta.
Contano i legami.
Blogger Template Designed by La vita con tutte le sue sfumature - ©2015-2016 All rights reserved.